VIKTOR STARZHEVSKYY – 85° anniversario

 

papa_foto_pic_vertViktor Starzhevsky è Nato a Cimckent, Kazakistan il 25 aprile 1931. Il Suo percorso ebbe inizio nello sport come ginnasta, rappresentando al livello internazionale suo paese d’origine. Il suo bisogno di esprimersi, lo vide Per più di 50 anni dedicarsi alla lavorazione artistica del VETRO e del METALLO. Vide il culmine del Suo lavoro negli anni 70′-80′ con le grandi e importanti opere di qui è stato protagonista.   Negli anni 90′ concretizzò un’intuizione avuta molti anni prima, realizzando un nuovo ed incredibile sistema di lavorazione del LEGNORecentemente nella PITTURA ha trovato nuovi modelli espressivi. 

 

 

Modello in scala

L’85 ° anniversario è un traguardo di tutto rispetto; un momento di bilanci nel quale affiorano i ricordi. Le esperienze più importanti, che hanno cucito la vita di mio Padre, sono le basi sulle quali Lui costruisce il Suo futuro. Egli ha la mente occupata da nuovi ed entusiasmanti progetti creativi, curiosità per l’inesplorato ed un infinito desiderio di apprendere. Tutte le Sue scelte precedenti hanno costruito l’uomo che oggi rappresenta un esempio di qualità umane ed artistiche. 

 
Oggi celebro mio Padre; nel farlo non posso evitare di sottolineare gli aspetti della Sua personalità che, a mio avviso, lo definiscono. Egli è un uomo curioso, creativo e testardo, qualità che in Lui sono esaltate perché dispone di una duttile funzionalità intellettuale. Egli è versatile e ha una volontà di conoscere in modo completo ed approfondito tutto ciò che affronta. Il Suo passato è una collana di molteplici esperienze artistiche e professionali che hanno costruito l’uomo che oggi rispetto.

Ginnastica artistica

Il totale disprezzo per i risultati mediocri e la Sua autostima, gli hanno permesso in gioventù di eccellere nelle discipline sportive ottenendo importanti risultati alla portata di pochi eletti. Raggiungere gli obbiettivi  e la condizione per crearne di nuovi. Questa importante realtà ha permesso a mio Padre di cucire tutto il Suo percorso con naturale coerenza, diventando un virtuoso delle molteplici discipline con le quali si è confrontato.

 

metall_2

Particolare ” TRITTICO” alluminio cesellato

 Parlando di Lui, non posso esimermi dal definire la mia stima per il Suo animo artistico e la sua capacità di rendere vive le Sue opere. Forse la manifestazione più evidente, di questo mio pensiero, sono le complesse opere nel periodo di lancio dell’arte monumentale.
Mio Padre è un inventore, divenuto tale per rispondere alla necessità di scoprire nuove tecniche, strumenti e possibilità adatte a realizzare le fantasie della Sua mente, in un codice di concreta condivisione con il Suo pubblico.

Viktor Starzhevsky vede il suo lavoro sotto il profilo di una doppia valenza:

Vetrata “PRIMAVERA” – Tiraspol, Moldavia

Da una parte vede se stesso come un artigiano, un uomo consapevole della propria capacità di trasformare “il materiale” in quello che “vuole”, guidato dalla propria volontà, determinazione ed esperienza. Mentre nel medesimo istante si accorge che quello che crea è bello e può caricarsi di significati superiori.

2_autoritratto

Come artigiano e infaticabile lavoratore, non è un uomo che aspetta l’ispirazione, ma un pensatore che decide, studia e inizia subito il suo progetto. Il “materiale”, in genere legno, vetro o metallo, è rispettato per quello che e viene trasformato in una vita diversa ma compatibile; non si cerca mai di camuffarlo in qualcosa che non è. Le forme che vengono impresse, spesso sembrano superare le possibilità meccaniche del materiale o della sua lavorabilità.

1_SAMURAIQuesta consapevolezza lo porta ad unire nei suoi lavori una straordinaria capacità tecnica ad un gusto che è frutto della somma di tutte le esperienze passate nella propria vita. Dal 2004 è membro dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna. I suoi lavori si trovano in collezioni private in: Russia, Ucraina, Italia, Canada, Polonia e Germania

 

A cura di Tatiana Starzhevska.

 

Biografia

La sua vita è costellata da diverse espirienze.
Durante il suo periodo da militare, ha scoperto lo sport agonistico e nonostante le previsioni pessimistiche e scetticismo di tanti è riuscito raggiungere ottimi risultati nelle varie discipline sportive. Dal 1960 e per cinque anni consecutivi il suo “quartetto” acrobatico hanno conquistato vari titoli di campioni del Kazakistan. Ha concluso sua carriera sportiva a 34 anni col titolo di Maestro dello sport.

Dal 1958 si dedica al lavoro di progettazione e realizzazione di modelli in scala di fabbricati e aziende. Iniziano le sue prime realizzazioni delle opere con vetro e metallo.

Nel 1987 diventa membro dell’Associazione Disigner in Unione Sovietica.
Nel 1997 diviene membro dell’International Association of Society of Designer.

Ha lasciato opere monumentali in Kazakistan, Moldavia e Russia

Moldavia:

  • Vetrata “LE CICOGNE” in ferro battuto e vetrofusione nella sala di degustazione della città Tiraspol.
  • Vetrata “PRIMAVERA” (20 m.q. cristallo e cemento) – Tiraspol
  • Vetrata “MATERNITA‘”( 6 m.q. di cristallo, metallo e cemento) nella sede del Cotonificio  di Tiraspol.
  • Vetrata “RACCOLTO” (30m.q cristallo, metallo) nell’hotel “INTURIST”, a Kishinev.
  • Vetrata nell’Istituto pedagogico di Tiraspol (cristallo, ottone)
  • TRITTICO” nello stabilimento metallurgico – (198 m.q; alluminio cesellato (con collaboratore).

Kazhakistan: 

  • “STORIA del costume” nell’atelier centrale di Alma-Ata, con tecnica del vetro sabbiato. Questa vetrata è stata realizzata direttamente sul posto senza staccare i vetri, grazie ad un’attrezzatura mobile di sua invenzione.

Subendo un pesante trauma alla mano destra nel 1982, comincia adattare le sue attrezzature per permettergli di lavorare nonostante questa difficoltà.

Da anni 60° lavora sul idea di un traforo elettrico, che conclude dopo 30 anni
in Ucraina, trasferendosi nella regione famosa per i suoi artisti del legno. Crea un proprio stile e una tecnica speciale che gli permette di realizzare sculture di straordinaria capacità tecnica, che spesso supera i limiti di lavorabilità del materiale. Inizia una nuova fase artistica che vede l’elemento “legno” come cardine delle sue creazioni artistiche.
Organizza numerose mostre personali e collettive, nelle quali espone le sue nuove creazioni.

Mostre collettive:

  • 1997 – mostra collettiva “Society of Designers” (International Association), Mosca, Russia
  • 1998 – mostra collettiva in Lviv, Ucraina
  • 1999 – mostra collettiva a Kiev, Ucraina 1999 – mostra collettiva a Ivano-Frankivsk, Ucraina
  • 2002 – mostra collettiva a Kiev, Ucraina
  • 2008 – rappresentante ufficiale dell’Ucraina alla mostra internazionale                     ” XIX Settimana d’arte a Toscolano Maderno(BS)

Mostre personali:

  • 2000 – mostra personale nella città di Rikì, Polonia
  • 2001 – mostra personale al museo storico di Ivano Frankivsk, Ucraina
  • 2009 – mostra personale presso l’Officina “Bacco”, Milano

Concorsi:

  • 2003 – partecipazione alla XXVI Edizione del Trofeo Medusa Aurea, organizzata dall’Accademia Internazionale d’Arte Moderna (A.I.A.M.), Roma.
  • 2004 – medaglia d’argento alla XXVII Edizione del Trofeo Medusa Aurea, per le arti figurative in sezione scultura.
  • 2005 – medaglia d’oro alla XXVIII Edizione del Trofeo Medusa Aurea, per le arti figurative nella sezione scultura. Nello stesso anno diventa membro onorario dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna.
  • 2008 – Premio della regione Lombardia nella XXIV Rassegna G. Segatini
  • 2010 – medaglia d’oro alla XXXIII Edizione del Trofeo Medusa Aurea, per le arti figurative nella sezione scultura

I suoi lavori si trovano in collezioni private in Russia, Ucraina, Italia, Canada e Germania.

www.wood-art-glass.blogspot.com
e-mail: wood_art_glass@yahoo.it 

Attualmente vive e continua a creare a Tromello (PV), Italia.